La Pasqua in Finlandia 10 Aprile 2020 – Posted in: Finlandia

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della Virvonta, la particolare tradizione finlandese della Domenica delle Palme durante la quale i bambini si vestono da streghe e bussano alle porte dei vicini mentre trasportano rami di albero di salice. Oggi vogliamo approfondire l’insieme di usanze che accompagna i finlandesi durante il periodo pasquale.

La Pasqua finlandese è un periodo segnato da numerosi tradizioni, di origini sia orientali che occidentali; nel sud del paese la Pasqua spesso coincide anche con l’arrivo della stagione primaverile, mentre in Lapponia l’inverno mostra ancora i suoi segni, con paesaggi ancora in gran parte dominati dal bianco della neve. La Finlandia si ritrova quindi a vivere, da latitudine a latitudine, il periodo pasquale tra climi e ambientazioni differenti.

Un’unione di tradizioni

Le tradizioni pasquali in Finlandia non sono strettamente legate al significato cristiano della Pasqua; ciò è principalmente dovuto al fatto che il 75% della popolazione appartiene alla chiesa evangelica luterana; quindi la Pasqua (pääsiäinen) diventa prima di tutto la celebrazione dell’arrivo della primavera. Per questo i festeggiamenti assumono la forma di un misto di tradizioni cristiane e pagane, come abbiamo già visto per l’usanza del Virvonta.

Un altro esempio di rito pagano tipico di questa festività è il Un secondo esempio di paganesimo è il tradizionale falò di Pasqua: secondo la leggenda il fumo e le scintille del falò servono per tenere lontani le streghe e gli spiriti maligni.

La caccia all’uovo

Nella tradizione finlandese il giorno di Pasqua è dedicato alla famiglia: è molto forte il legame tra questa festività e la valorizzazione dell’unione familiare; solitamente i finlandesi passano gran parte di questa giornata con i loro parenti, intrattenendosi con diverse attività ludiche. Tra queste la più popolare è la tradizionale caccia all’uovo.

La caccia all’uovo è un’usanza diffusa anche in alcune regioni del nostro paese: le uova solitamente vengono bollite, colorate e nascoste all’interno del giardino della casa. Sarà poi compito dei bambini impegnarsi per trovarle ed avere così la propria ricompensa.