Due anni fa i primi avvistamenti da parte di alcuni fotografi, ma solo adesso arriva una spiegazione da parte della comunità scientifica, che conferma la particolarità di questa aurora boreale osservata nei cieli della Finlandia. Un fenomeno particolare, insolito, caratterizzato da increspature mai viste prima. Contattata dai fotografi che avevano immortalato lo strano fenomeno, la professoressa Minna Palmroth dell’Università di Helsinki ha iniziato a studiare il fenomeno, partendo dall’analisi delle foto a lei consegnate.

Lo studio ha portato quindi alla redazione di un articolo scientifico intitolato Citizen Scientists Discover a New Auroral Form: Dunes Provide Insight Into the Upper Atmosphere in cui viene spiegato come quelle che erano state chiamate dune erano delle impronte di onde presenti nell’atmosfera: a causa di alcuni fenomeni fisici, infatti, delle oscillazioni atmosferiche provocavano la formazione di questa particolare forma dell’aurora boreale.