Cosa è la stabilizzazione 20 Aprile 2020 – Posted in: Approfondimenti

Tutti i prodotti che utilizziamo sono sottoposti ad un processo chiamato stabilizzazione; questo trattamento è ciò che permette ai vegetali, tra cui lichene, muschio e molte tipologie di piante, di essere poi impiegate nell’interior design, poiché una volta stabilizzate queste non necessitano più di luce ed acqua.

Ma cosa è il processo di stabilizzazione e come è possibile che un vegetale non necessiti più di alcuna manutenzione? Vediamolo nel dettaglio.

Una definizione di stabilizzazione

Partiamo col dare una definizione precisa di questo processo; per farlo utilizziamo quella riportata dalla Treccani: la stabilizzazione è un «procedimento, consistente nell’aggiunta di sostanze stabilizzanti o in altri speciali trattamenti, con cui si impedisce o si ritarda l’alterazione di una sostanza o di un sistema».

Questa definizione chiarisce già il punto principale di quello che andremo a vedere: la stabilizzazione rende, tramite l’aggiunta di una sostanza, gli organismi vegetali che utilizziamo non più alterabili.

La stabilizzazione applicata ai vegetali

Ma cosa significa precisamente questo, quando applicato ai vari organismi vegetali? Nella fattispecie piante, fiori, muschi e licheni vengono raccolti nel momento migliore del loro ciclo vitale, quello in cui posseggono l’aspetto più piacevole, e vengono sottoposti al processo: tramite l’immersione in vasche di stabilizzazione la linfa degli organismi vegetali viene sostituita con un composto a base di glicerina.

Ciò consente all’organismo di conservare le sue caratteristiche naturali, come morbidezza e flessibilità, mantenendo un aspetto identico a quello del momento in cui è stato raccolto.

I vantaggi della stabilizzazione

Con la sostituzione della linfa l’organismo non effettua più la fotosintesi, portando in questo modo numerosi vantaggi. Gli stabilizzati, infatti, non vanno innaffiati o vaporizzati, non hanno necessità di terra né di luce; inoltre non crescono ed il loro volume rimane invariato.

Ciò li rende il prodotto ideale per portare all’interno di abitazioni ed uffici elementi d’arredamento green: gli stabilizzati, grazie alla loro duttilità, possono essere impiegati per la realizzazione di piccoli oggetti di design, di quadri verdi di ogni forma e dimensione, fino a intere pareti verdi.